Vacanze all'Isola del Giglio

Il turista appassionato di mare può prenotare una stanza in uno dei numerosi hotel, bed and breakfast e alberghi presenti nell'Isola del Giglio, la più grande delle isole dell'Arcipelago della Toscana dopo l’Isola d’Elba. Meta turistica sempre in continua crescita, l’isola offre numerose opportunità per escursioni nell’incontaminato entroterra, misto di arida roccia e zone rimboschite.

L’isola è ricca di fauna e vegetazione, con falchi pellegrini, mufloni e gheppi, con una incredibile abbondanza di fiori selvatici: è l’unico luogo al di fuori dell’Africa del nord in cui cresce il fiore dell’artemisia.

L’isola prende il nome dalla colonia romana di Aeglium, già a quell’epoca meta di villeggiatura delle personalità più illustri di quel periodo fino a tutto il Medioevo. L’economia era sostenuta dalle cave di granito: le pietre estratte erano usate per costruire molte delle chiese medievali presenti nella zona.

Il turista che decide di raggiungere l’Isola del Giglio in barca, può attraccare a Giglio Porto, dove è presente un ottimo servizio autobus diretto alle due principali località dell’Isola: Giglio Castello e Giglio Campese. In alternativa è possibile affittare delle biciclette o dei motorini per esplorare l’Isola in piena libertà.

Traghetti per l'Isola del Giglio

Per raggiungere l’Isola, il punto di imbarco è a Porto Santo Stefano, raggiungibile direttamente in autobus dalla stazione di Orbetello Scalo e Orbetello città.

Agenzia Toremar
Telefono: 0564 810 803
Tariffa: 6,00 euro solo andata 

Agenzia Maregiglio
Telefono: 0564 812 920
Tariffa: 6,00 euro solo andata 

I biglietti si possono acquistare direttamente a bordo o su uno dei tanti chioschi sulla banchina del porto. E’ consigliabile lasciare l’auto a terra, poiché il trasporto può essere molto costoso: ci sono parcheggi custoditi a pagamento sul lungomare al prezzo di 8,00 euro al giorno.

Giglio Porto

Curiosità

Il giorno più importante del porto è il 10 agosto: gli abitanti fanno una gara per recuperare una bandiera legata su un albero della cuccagna allestito in mezzo al mare.

Sempre lo stesso giorno si svolge il Palio marinaro, fra i tre quartieri del porto.

Attorniata dagli scogli, offre un panorama di rilievo, molto suggestivo con case colorate su uno sfondo di vigneti e terrazze. Nel porto, oltre a numerosi ristoranti e cantieri navali, è presnte la torre del Saraceno, costruita da Ferdinando I nel 1596, dove è possibile trovare un punto tranquillo per rilassarsi per osservare i muri di un antico bacino romano.

Le spiagge sono di piccole dimensioni, ma pulite e suggestive: una a Punta Aranella, una a Cala delle Canelle e un’altra a Cala delle Caldane.

Informazioni utili per il turista

Ufficio turistico
Via Provinciale
Telefono: 0564 809 400 

Yachting Marine – affitto barche
Via Thaon de Revel, 9
Telefono : 0564 809 610 

Blue Scuba Diving Club – immersioni
Via del Saraceno
Telefono: 340 399 4648 

Giglio Castello

Rimane nascosto sulle colline a circa 6 km dal porto. La città è ancora circondata dalle mura fortificate, che racchiudono un impressionante quanto ben conservato numero di vicoli stretti, molto caratteristici, ornati da stupendi archi medievali. La fortezza di granito, che fa da ingresso al quartiere medievale si può raggiungere comodamente dal porto in autobus, che ferma vicino a un patio coperto di viti nella piazza principale antistante.

Il castello cha dà il nome alla cittadina è opera pisana, completato in seguito dal Granduca di Toscana. Visitato il centro storico, potete fare un giro nei sentieri sterrati al di fuori delle mura, per godere di uno splendido panorama con vista sull’isola e sulle rovine sottostanti.

Per il turista che desidera esplorare l’interno dell’isola consigliamo di seguire un percorso sulla strada secondaria, che da Giglio Castello si snoda per circa 9 km sino a Punta del Capel Rosso, il punto più a Sud dell’Isola. L’intera escursione dura circa 3 ore, immersi in un ambiente selvaggio e solitario.