Vacanze a Bolgheri e Marina di Bibbona 

Artigianato locale a BolgheriProseguendo a sud di Cecina la strada statale si allontana dalla costa, dove il turista può ammirare alcuni tratti relativamente incontaminati. Imboccando una delle stradine secondarie che portano verso al mare, potrete ammirare pinete secolari e spiagge appena sfiorate dallo sviluppo edilizio, ma la zona più bella rimane lo splendido rifugio faunistico di Bolgheri, attualmente riserva naturale protetta del WWF.

Nella riserva faunistica di Bolgheri si entra dalla SS1, a sud del viale alberato che porta verso il viale alberato e conduce al paese di Bolgheri.

Fu la prima riserva naturale privata in Italia, aperta nel 1926 ed è oggi centro faunistico e botanico d'importanza internazionale, con un microcosmo di vari habitat associati al tipico ambiente costiero e paludoso della Maremma.

Il territorio circostante si compone di dune ricche di piante rare, la palude e l'ambiente lacustre, i boschi di lecci e pini marittimi, i tratti di ginepri secolari accostati alla tipica vegetazione della macchia mediterranea, distese erbose e boschi di cipressi centenari che sono fra i più antichi d'Italia.

La tranquillità di quest'area è tale che, anche con la luce del giorno, può capitare di intravedere cinghiali, caprioli, cervi, martore, ricci e anche lontre.

In vacanza a Marina di Bibbona

La vicina Marina di Bibbona invece, è un'immensa distesa di sabbia che si estende per molti chilometri a sud, sullo sfondo della pineta: per godere di un po' di privacy, basta oltrepassare la striscia di spiaggia ricca di ombrelloni. Se invece preferite alloggiare in uno dei numerosi alberghi, alcuni dei quali economici, sulla spiaggia potete proseguire a sinistra sulla strada che entra a Forte di Bibbona.

Sulla Aurelia
Strada statale Aurelia a Bolgheri
Vigneti a Bolgheri
Cavalli a Bolgheri
Cavalli a Bolgheri
Viale cipressi a Bolgheri
Mura a Bolgheri
Statua Nonna Gina a Bolgheri
Artigianato locale a Bolgheri
La strada da Bolgheri a Castagneto Carducci